lunedì 27 gennaio 2014

27 Gennaio 2014: Giornata della memoria.

Ciao a tutti,
 "E' giusto non lasciare solo chi è solo"
Come ben tutti sapete,oggi è una giornata davvero importante, una giornata a parer mio tra le più toccanti e importanti dell'anno. Una giornata che ha molto da raccontare, da prendere spunto per riflettere e non cadere nell'errore dei nostri compagni che ci hanno preceduto. Una giornata insomma che ci permette di ricordare le milioni di vittime innocenti, che vennero sterminate nei campi di concentramento; vittime come noi; persone semplici insomma come ebrei,asociali,oppositori del regime,omosessuali,zingari,fannulloni; individui che che appartengono alla vita di ognuno di noi. Noi tutti conosciamo delle persone asociali, incontriamo dei senza tetto, sentiamo parlare di ebrei... ma noi a differenza di chi ci ha preceduto non abbiamo il diritto ne la forza di offendere e discriminare tali persone. Guardiamo il nostro passato con orrore e spesso parlando di SHOAH accapponiamo la pelle di fronte a quei orrori che penso, nessuno di noi sia così crudele e capace di attuare. Spesso mi rattristo al solo pensiero che vennero sterminate delle persone innocenti, in un modo oltretutto crudele e senza scrupoli, neanche al peggior criminale al mondo si compiono tali torture e quindi, perchè siamo arrivati a torturare,invece, persone innocenti? Forse la colpa è anche nostra, nostra perchè nessuno ha avuto il coraggio di fermare tale idiozia e pazzia. Nessuno è perfetto, ma non è giusto che si venga uccisi e trasformati in chissà quale oggetto, solo perchè si è imperfetti. Nessuno merita, di diventare una saponetta, un rivestimento di lampade o un copertone, eppure il nazismo non si è solo limitato a offendere e umiliare le persone che torturava con tanto odio, le ha trasformate in oggetti da rivendere e coloro che sono sopravvissuti, in scheletri ambulanti. Ricordare queste persone, è l'unico modo per far si che mai e dico MAI, una cosa del genere avvenga. Una cosa che oltretutto sembra priva di un giudizio e di una cognizione logica. L'uomo non è nato per distruggere, è nato per creare e amare ciò che già è stato creato. Le persone che vennero distrutte, potevano creare ancora tanto, come Anna Frank che oltre quelle bellissime pagine di diario, avrebbe potuto scrivere chissà quale bellissimo capolavoro, oppure Kazimierz Proszynski che con la sua giovane e brillante mente avrebbe potuto creare ancora tante invenzioni e poi tutte quelle persone che avevo una personalità e tanta voglia di scoprire e vivere. E' sbagliato morire così, soffro per loro e oltretutto credo che queste persone non avranno mai una giustizia. E' giusto ricordare e io ho voluto farlo facendo questa mia piccola riflessione, e riportando a seguito, qualche bellissimo capolavoro di questo orrendo incubo. In ricordo di tutte le vittime del nazismo e fascismo, un abbraccio.

-Jacopo.
Primo levi scrive:
Meglio astenersi dal governare il destino degli altri, dal momento che è gia difficile ed incerto pilotare il proprio.
Anna Frank scrive:
Una cosa però l'ho imparata: per conoscere veramente le persone bisogna averci litigato seriamente almeno una volta. Solo allora puoi giudicarne il carattere.

Posta un commento